Unterland

Contributi consortili

I proprietari degli immobili pubblici e privati, agricoli ed extra-agricoli, ricadenti nel comprensorio di bonifica che traggono beneficio dalle opere gestite dai Consorzi di Bonifica, sono tenuti al pagamento dei contributi di bonifica secondo le disposizioni della legge e nei limiti dei costi sostenuti per l’attività istituzionale. In questi rientrano le spese per la realizzazione, la manutenzione, la gestione e la sorveglianza delle opere nonché per il funzionamento del Consorzio.

Le attività svolte da un Consorzio di Bonifica e le opere connesse sono definite dal “Piano generale di Bonifica”, redatto ed approvato dalla Provincia Autonoma di Bolzano.

La determinazione dei contributi consortili, che un immobile é tenuto a sostenere, avviene attraverso il “Piano di classifica” redatto dal Consorzio competente ed approvato dalla Provincia Autonoma di Bolzano.

Piano di classifica del Consorzio di Bonifica “Monte-Salorno”

I contributi di bonifica costituiscono oneri reali sui fondi dei con­tribuenti ed hanno natura tributaria. Alla loro riscossione si prov­vede secondo le norme che regolano l’esazione delle imposte dirette.


 

Variazioni al catasto consortile:

Eventuali variazioni al catasto consortile devono essere comunicate al Consorzio di Bonifica entro il  31 gennaio dell’anno di riferimento, in modo da diventare efficaci per l’anno corrente.


Contributi consortili anno 2019:

Nell’allegata tabella sono elencati i diversi contributi consortili relativi all’anno 2019 con una specifica descrizione e la delibera del Consiglio dei Delegati.

Contributi consortili 2019

Descrizione contributi consortili

Beschluss – Delibera 10-2019